1 Comment

  1. Carissime e carissimi della redazione del CH: questo non è un semplice collegamento, ma un ‘inno alla vita, all’amore evangelico’, a quel mondo in cui noi tutti crediamo e lavoriamo. Grazie, immensamente grazie per questi minuti di profonda umanità, che danno luce e speranza. Ad un certo punto, quando ho ascoltato la signora dalla valle siriana di Bergamo, ho dovuto fermarmi per le lacrime. Per favore, fatele avere il mio sincero grazie. Ancora grazie. Luigi Butori

    Reply

Submit a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

(500)Rules